Minoranza all’attacco: l’assessore fa anche l’imprenditore, chieste le dimissioni.

Articolo pubblicato su http://www.casertace.net il 9 settembre 2014.

maddalena_simone

Conca della Campania. La vicenda verificatasi nell’arco del mandato amministrativo 2009- 2014 dell’attuale Sindaco Alberico Di Salvo, ieri è stata portata alla ribalta dai gruppi d’opposizione del Comune di Conca delle Campania. L’opposizione compatta, composta dai Consiglieri Comunali David Simone, Franco Calce e Lelio Imbriglio del Gruppo consiliare “ Conca Possibile”, ha chiesto le dimissioni dell’Assessore Maurizio Maddalena, per aver violato l’art.78 comma 3 del D.lgs che vieta ai componenti della giunta comunale competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici di esercitare l’attività professionale ( edile) nel territorio da essi amministrato. Raggiunto al telefono, il Cons. Simone ha dichiarato: “Noi poniamo un problema politico e giuridico. Riteniamo che l’Assessore Maddalena debba dimettersi perché esiste e persiste una grave condizione di conflitto d’interessi . Ci auguriamo quindi che si proceda in tal modo al più presto”. Nel corso della seduta “fiume” (inizio alle 16:30 e termine alle 21:00 circa) tenutasi ieri pomeriggio 8 settembre 2014, il Gruppo consiliare di opposizione Risolleviamo Conca, di cui è Capogruppo David Simone, ha chiesto le dimissioni dell’Assessore comunale Maurizio Maddalena, facenti parte della maggioranza del Sindaco Alberico Di Salvo. La richiesta formulata dai Consiglieri David Simone e Franco Calce, ha trovato l’appoggio anche dell’altro consigliere di opposizione Lelio Imbriglio,in quanto constatato la violazione dell’art. 78 comma 3 del D.lgs 267/2000, i due gruppi d’opposizione hanno ritenuto allearsi per ristabilire la legalità, nel caso in cui anche quest’anno si dovesse ripresentare il problema relativo all’incompatibilità dell’Assessore Maddalena.

L’articolo 78 sancisce che: “i componenti della giunta comunale competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici devono astenersi dall’esercitare attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato”. Stando alla comunicazione dei Consiglieri d’Opposizione, resa nel corso del Consiglio Comunale, e messa a verbale dal segretario, l’Assessore Maddalena, che svolge attività professionale in materia di edilizia, sembra abbia ricoperto la carica di Assessore con delega all’edilizia residenziale e cimiteriale nel corso della consiliatura 2009-2014. Ad oggi egli ricopre la carica di Assessore senza alcuna delega. Nel corso della seduta di Consiglio il capogruppo Simone ha anticipato la richiesta di convocazione di una seduta straordinaria per poter discutere in modo approfondito della richiesta di dimissioni dell’Assessore Maddalena.

Trasparenza nell’amministrare e dimezzamento delle indennità. La minoranza ottiene il Consiglio Comunale straordinario.

Articolo pubblicato su http://www.caiazzorinasce.net il 7 settembre 2014.

MANIFESTO DAVID SIMONE - 8 settembre 2014 BIS

David Simone e Franco Calce hanno chiesto e ottenuto la seduta straordinaria dell’assise: “Siamo di fronte ad un sindaco che non rispetta le promesse…”

Trasparenza dell’Amministrazione, dimezzamento dell’indennità di funzione del Sindaco Alberico Di Salvo e della giunta, il Capogruppo consiliare della lista “Risolleviamo Conca”, David Simone unitamente al collega Franco Calce hanno chiesto ed ottenuto la seduta straordinaria del Consiglio Comunale. L’Assise Comunale, nel cui contesto i Consiglieri d’opposizione Simone e Calce ribadiranno testuali parole “ Un Sindaco che non rispetta le promesse”, si terrà domani alle ore 16.00 nella sala consiliare dell’Ente Comune. Nel ribadire il suo impegno amministrativo, volto ad una gestione amministrativa, priva di sprechi, il Gruppo consiliare Risolleviamo Conca ha richiesto la convocazione di una seduta straordinaria del Consiglio comunale, il Sindaco Di Salvo come previsto dal regolamento comunale, ha provveduto alla convocazione entro i termini. “ Noi abbiamo chiesto la trattazione di un’interrogazione sulla trasparenza dell’Amministrazione comunale- ha sottoscritto il Capogruppo David Simone- soprattutto per quanto concerne la situazione patrimoniale e contabile del Comune, gli incarichi esterni e le indennità che percepiscono gli amministratori ed i dipendenti a tempo determinato ed indeterminato. Crediamo che ci siano tanti sprechi e soprattutto riteniamo che non sia più tollerabile avvalersi di personale proveniente da altre amministrazioni. I giovani di Conca della Campania meritano di più. Ai giovani va data la possibilità di poter lavorare nel loro Comune. Un’opportunità che in passato hanno avuto alcuni amministratori di maggioranza. Abbiamo depositato una proposta di deliberazione sulla diretta streaming delle sedute del Consiglio e sull’acquisto dei defibrillatori. Proponiamo, inoltre, il dimezzamento dell’indennità di funzione del Sindaco, il quale potrebbe richiedere, in qualità di dipendente comunale, il trasferimento ad altra Amministrazione. I risparmi, nell’ordine di 80.000,00 nell’arco di cinque anni, se sommiamo anche la rinuncia alle indennità del Vice Sindaco e dell’Assessore, potrebbero essere utilizzati per costituire un fondo comunale per aiutare le famiglie più bisognose ed anche per liquidare le ditte concane che lamentano il mancato pagamento di lavori eseguiti in occasione dell’emergenza neve del 2012. Tali risparmi potrebbero essere utilizzati anche per alleviare le difficoltà economiche di tante famiglie concane che aspettano ancora di essere rimborsate per l’acquisto dei libri scolastici per gli anni 2011, 2012 e 2013. Il Sindaco in campagna elettorale aveva promesso che le ditte creditrici per l’emergenza neve sarebbero state pagate entro il mese di luglio. Una bugia che purtroppo ricade sull’economia di Conca. Una bugia che certamente non fa bene alla politica. Al Sindaco ed alla sua maggioranza chiediamo di lavorare nell’interesse di tutti i concani e non soltanto nell’interesse di pochissime persone”.

Delibera illegittima in ordine al diritto di prelazione sulla vendita di un locale del Castello feudale.

Articolo pubblicato su http://www.caiazzorinasce.net il 28 agosto 2014.

castello foto

I due Consiglieri d’opposizione Simone e Calce, dopo essersi battuti per il ritiro della proposta, constatato il procedere del Sindaco Alberico Di Salvo e la sua maggioranza, hanno ritenuto far conoscere la problematica all’intera cittadinanza.

Delibera illegittima in ordine all’esercizio del diritto di prelazione sulla vendita di un locale del Castello feudale, il Capogruppo Consiliare David Simone della lista “ Risolleviamo Conca”,unitamente al collega Franco Calce, si sono fatti sentire nell’ottica di tutelare gli interessi della Comunità. I due Consiglieri d’opposizione Simone e Calce, dopo essersi battuti per il ritiro della proposta, constatato il procedere del Sindaco Alberico Di Salvo e la sua maggioranza, hanno ritenuto far conoscere la problematica all’intera cittadinanza. “Nella seduta del Consiglio comunale del 25 agosto 2014- ha sottoscritto il Capogruppo David Simone- si è discusso del diritto di prelazione da esercitare sulla vendita di un locale del complesso costituente il Castello feudale di Conca della Campania. In tale sede il Gruppo consiliare Risolleviamo Conca ha rilevato che l’art. 1, comma 138 della legge 228/2012 (Legge di stabilità 2013), nell’introdurre il comma 1˗ter all’art. 12 del D.L. 98/2011, ha disposto per gli enti territoriali, a far data dal 1° gennaio 2014, la possibilità di effettuare operazioni di acquisto di immobili solo ove ne siano comprovate documentalmente l’indispensabilità e l’indilazionabilità attestate dal responsabile del procedimento, incardinando in capo all’Agenzia del Demanio la competenza ad attestare la congruità del prezzo. Per questi motivi abbiamo chiesto che la proposta fosse ritirata al fine di evitare inutili contenziosi dovuti alla mancata attestazione dell’Agenzia del Demanio. Il Sindaco e la sua maggioranza hanno deciso di andare avanti e approvare la delibera senza prendere in considerazione quanto evidenziato dal nostro Gruppo. Riteniamo che tale atteggiamento sia miope e politicamente grave. Invitiamo la maggioranza a tornare sui propri passi poiché riteniamo che la delibera approvata dal Consiglio comunale sia illegittima e di procedere all’annullamento della stessa in sede di autotutela”.

Il Consigliere comunale David Simone annuncia una opposizione dura.

Articolo pubblicato su http://www.caiazzorinasce.net il 20 giugno 2014.

foto David Lucio SIMONE

Il Consigliere d’opposizione Simone, unitamente al collega Franco Calce, ha ritenuto far conoscere mediante una comunicazione, l’obiettivo che si sono prefissati per apportare un contributo fattivo alle attese degli elettori che li hanno scelti come loro rappresentanti amministrativi.

“La nostra opposizione sarà dura e decisa”. Questa la secca affermazione del Capogruppo Consiliare della lista “Risolleviamo Conca”, David Simone del Comune Concano. Il Consigliere d’opposizione Simone, unitamente al collega Franco Calce, ha ritenuto far conoscere mediante una comunicazione, l’obiettivo che si sono prefissati per apportare un contributo fattivo alle attese degli elettori che li hanno scelti come loro rappresentanti amministrativi. “Il nostro gruppo opererà nell’esclusivo interesse della comunità concana – ha trascritto il Consigliere David Simone- La nostra azione di opposizione sarà rivolta al rispetto dei principi di trasparenza e buona amministrazione. Un’opposizione che non farà sconti e che vigilerà attentamente affinché non ci siano conflitti di interesse nella gestione della cosa pubblica. Faremo in modo che tutta la popolazione concana sia parte attiva nell’elaborazione delle proposte che porteremo avanti. Svolgeremo il nostro incarico tenendo ben presente che il rapporto con la gente è una priorità assoluta. La nostra azione sarà continua e sistematica per garantire un futuro migliore a Conca. Ci auguriamo che l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Alberico Di Salvo, lavori nell’interesse di tutti i concani, noi da parte nostra verificheremo attentamente affinché ciò avvenga”. L’azione dei Consiglieri Comunali d’opposizione Simone e Calce, per il momento prosegue su di una linea distinta e separata dall’altro rappresentate della minoranza Lelio Imbriglio, in quanto entrambi cercheranno di portare a buon fine, i progetti ed iniziative trascritte nel programma elettorale lanciato nel corso delle amministrative.