Risposta del Sindaco all’interrogazione sulla carenza idrica a Vezzara, Tuoripunzoli e Vallecardi.

Il Sindaco ha risposto alla nostra interrogazione concernente la mancanza d’acqua nelle frazioni di Vezzara, Tuoripunzoli e Vallecardi.

Scarica il testo della risposta: Risposta interrogazione consiliare del 19.06.2017 Mancanza acqua Vezzara, Tuoripunzoli e Vallecardi e interrogazione rifiuti 20.02.2017

Interrogazione consiliare sulla mancanza d’acqua nelle frazioni di Vezzara, Tuoripunzoli e Vallecardi.

Un problema, quello della carenza idrica, che si ripropone con cadenza settimanale. Sono diverse le frazioni nelle quali si sono registrati disagi per la mancanza d’acqua.

Per questi motivi, i Consiglieri David SIMONE e Franco CALCE hanno depositato in data odierna un’interrogazione consiliare sulla crisi idrica che colpisce le frazioni di Vezzara, Tuoripunzoli e Vallecardi.

Scarica l’interrogazione: Interrogazione ACQUA Vezzara, Tuoripunzoli e Vallecardi 19.06.2017

 

Convocazione Consiglio comunale in seduta ordinaria – 31 maggio 2017 alle ore 15,00.

Si comunica che il Consiglio Comunale si riunirà in seduta ordinaria in prima convocazione presso l’Aula Consiliare della sede municipale per il giorno 31 maggio 2017 alle ore 15,00 per la trattazione dei seguenti argomenti:

1. Approvazione verbali nn. 5 – 6 – 7 – 8 – 9 – 10 – 11 e 12 seduta del 28/04/2017;
2. Art. 151, comma 7 del D. Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267 – Approvazione del Rendiconto della Gestione dell’Esercizio Finanziario 2016;
3. Trasferimento sede Comunale – DETERMINAZIONI.

Convocazione Consiglio comunale in seduta ordinaria – 28 e 29 aprile 2017 alle ore 9,30.

Si comunica che il Consiglio Comunale si riunirà in seduta ordinaria in prima convocazione presso l’Aula Consiliare della sede municipale per il giorno 28 aprile 2017 alle ore 9,30 ed in seconda convocazione per il giorno 29 aprile 2017 alle ore 9:30 per la trattazione degli argomenti di cui all’allegato ordine del giorno.

Scarica l’ordine del giorno: Convocazione C.C. 28 e 29 aprile 2017

Crisi dei rifiuti a Conca. Simone e Calce: Bisogna tutelare l’igiene pubblica e la salute dei cittadini.

rifiuti

E’ da giorni che viviamo una vera e propria “crisi dei rifiuti” a Conca. Una situazione intollerabile. Noi vogliamo capire quali sono i motivi che sono alla base dei disservizi che stanno colpendo pesantemente i cittadini di Conca. Quali sono le iniziative che il Sindaco intende porre in atto? E se ritiene che una situazione del genere sia oltremodo tollerabile. E questo nonostante la tassa sui rifiuti sia aumentata l’anno scorso.

Maggiori tasse a fronte di minori servizi.

Per questi motivi abbiamo deciso di presentare un’interrogazione consiliare con la speranza che questa Amministrazione possa avere un sussulto di dignità per il bene di  Conca e dei concani.

Qui di seguito l’interrogazione:

I Consiglieri comunali David Lucio SIMONE e Franco CALCE interrogano il Sindaco per sapere come si configura, di preciso, la raccolta dei rifiuti a Conca della Campania.

Gli scriventi Consiglieri chiedono di ottenere tutta la documentazione relativa ai termini del contratto di servizio con l’ATI SELE NOL s.r.l./TLZ s.r.l. e, ove esistente, le comunicazioni intercorse tra la predetta ditta ed il Sindaco e/o altri esponenti dell’Amministrazione comunale (Consiglieri, Assessori e funzionari) dal momento dell’affidamento del servizio ad oggi.

A tale società, con determina dell’Ufficio tecnico n. 122 del 14 dicembre 2016, è stato affidato il servizio di raccolta differenziata nel territorio comunale di Conca della Campania, nonché il trasporto ed il conferimento dei rifiuti negli impianti di smaltimento e recupero per la durata di 22 mesi.

Con questa interrogazione i sottoscritti Consiglieri comunali affrontano una questione delicata per la cittadinanza di Conca che lamenta ripetuti disservizi, con mancate raccolte dei rifiuti nei giorni e negli orari prefissati dall’Amministrazione comunale.

Tutto ciò premesso, gli scriventi Consiglieri interrogano il Sindaco per sapere quali iniziative concrete intenda porre in atto, anche con urgenza al fine di garantire un servizio efficiente e tutelare ogni aspetto concernente l’igiene pubblica e la salute dei cittadini concani.

Conss. David Lucio SIMONE e Franco CALCE

Castello feudale di Conca: i Consiglieri Simone e Calce chiedono una discussione pubblica.

simone-15x10-david-conca-campania-1

I Consiglieri comunali David SIMONE e Franco CALCE hanno chiesto di poter avviare una discussione pubblica in ordine alla vendita del Castello feudale di Conca della Campania.

I predetti Consiglieri hanno depositato il 9 novembre scorso un’interrogazione sulla questione ma ad oggi non hanno ricevuto alcuna risposta da parte del Sindaco.

La convocazione di un Consiglio comunale straordinario sembra essere la via maestra per poter approfondire un tema che riveste una estrema importanza per il territorio di Conca della Campania.

Scarica la richiesta di convocazione del Consiglio comunale: castello-feudale-19-12-2016